Come investire nel futuro dei propri figli in sicurezza

La crisi economica non è certo ancora un lontano ricordo, tuttavia le famiglie iniziano a riprendere fiducia e ad aumentare le loro spese, soprattutto se queste riguardano i loro figli.

Da un’indagine condotta da Doxa è infatti emerso che, mentre il 14% degli intervistati cerca di mettere da parte del denaro in vista della vecchiaia, il 18% ha deciso di incrementare le spese per i figli.

Sono invece ancora molte le persone che puntano ad investire i loro risparmi nel mercato immobiliare; i piccoli risparmiatori seguono con costanza l’andamento dei prezzi delle case e cercano il momento opportuno per procedere con l’acquisto.

Eppure, in un periodo come questo in cui il tasso di disoccupazione giovanile in Italia è sempre molto alto e la prospettiva di ricevere una pensione da parte dello stato è sempre più remota, è proprio ai figli e al loro futuro che si dovrebbe pensare. Ma come fare per riuscire ad accumulare poco per volta denaro cercando allo stesso tempo di contenere il rischio?

Foto da smartmoney.startupitalia.eu

Una soluzione efficace e sicura è sottoscrivere dei piani di accumulo del capitale. Attraverso dei versamenti periodici di somme stabilite dai clienti, i PAC garantiscono una remunerazione del proprio capitale nel tempo, senza dunque subire l’elevata volatilità dei mercati.

Secondo i recenti dati Eurostat un giovane su 2 con età compresa tra i 25 e i 34 anni vive ancora con i propri genitori. L’indipendenza diventa un traguardo sempre più difficile da raggiungere e questo soprattutto a causa della mancanza di risorse economiche per farlo.

I figli invece dovrebbero potersi costruire sin da piccoli le basi per la loro vita futura: la possibilità di studiare all’estero, di viaggiare, di essere indipendenti e dare forma alle proprie capacità.

Meglio quindi iniziare a investire i propri risparmi con anticipo, contando su prodotti finanziari in grado di adattarsi alle proprie esigenze e possibilità di investimento; normalmente i PAC possono infatti essere interrotti, riattivati ed estinti in qualunque momento.

Articolo scritto in collaborazione con Online Sim

Comments

comments